IN MOSTRA HERB RITTS. La fotografia in Armonia

IN MOSTRA HERB RITTS. La fotografia in Armonia

Dal 20 febbraio al 5 giugno 2016 al Palazzo della Ragione Fotografia di Milano è possibile visitare la mostra dal titolo In equilibrio del fotografo statunitense Herb Ritts (1952-2002).

Herb Ritts offre uno sguardo puntato sul mondo dello star system osservando attraverso la luce corpi e volti. Così le sue immagini vivono in perfetto equilibrio tra luce naturale, ritratti, corpi, istanti di semplicità. La Herb Ritts Foundation di Los Angeles ha selezionato e inviato oltre 100 immagini originali. Sarà possibile immergersi in ritratti come quelli di Madonna, Michael Jackson, David Bowie, Tina Turner e Liz Taylor. O scorgere il volto di un giovane Richard Gere ancora sconosciuto mentre è alle prese con il cambio gomme della sua auto.

Ritts nasce a Los Angeles da una facoltosa famiglia e riceve la sua prima fotocamera, una Kodak, a dieci anni da suo padre per Natale. Fotografa gli anni ’80-’90 di Hollywood, quando il sogno americano pulsa e dipinge tutto bellissimo, possibile, in divenire. Una delle fotografie più conosciute e amate è quella scattata alle cinque modelle Patiz, Crawford, Campbell, Turlington e Seymour, nude e giovani.

Oltre a creare ritratti per riviste di moda fra cui Vogue, Vanity Fair, Interview e Rolling Stones, Ritts realizza le campagne pubblicitarie per Calvin Klein, Chanel, Donna Karan, Gap, Gianfranco Ferrè, Gianni Versace, Giorgio Armani, Levi,s, Pirelli, Polo Ralph Lauren, e altri.

Alla mostra sarà possibile ammirare oltre ai ritratti, istallazioni del  corpo in movimento e i reportage sull’Africa che ricordano i viaggi e l’amore che il fotografo nutriva per quel continente. Dell’Africa racconta “Per le mie origini e la mia educazione californiana ho sempre avuto un’attrazione, un gusto innato per la luce, le materie, il calore. Ho cercato di ritrovarne l’essenza utilizzando come sfondo delle mie fotografie spazi immensi, grandi distese di luce e di materia, come i deserti, gli oceani e i siti monumentali. Ecco perché mi sono sentito così a mio agio in Africa, dove ho dimenticato che mi trovavo quasi all’altro capo del mondo, in un paese straniero, perché sono elementi universali. E credo che questo sia un aspetto del mio lavoro: è universale. Le immagini devono parlarci, anche se ignoriamo la lingua del paese e i codici culturali. Dico sempre che, anche se non si conosce Madonna, di fronte alla sua fotografia la donna dell’immagine deve in qualche modo porre degli interrogativi”.

E’da qui che si legge e si comprende il lavoro di Ritts che non scatta quasi mai in studio, ma negli spazi di vita, cogliendo forme vere, luci naturali, paesaggi ampi, contrasti o armonie reali tra oscurità e splendore, tra corpo ed emozioni, mente ed esperienza.

Questa le informazioni sulla mostra, curata da Alessandra Mauro in collaborazione con Herb Ritts Foundation, Los Angeles.

Catalogo Contrasto: GAmm Giunti

Social network
facebook.com/Palazzodellaragionefotografia
Twitter @palazzoragione
Instagram #herbrittsmilano
www.palazzodellaragionefotografia.it