I’M NOT YOUR DOLL

Ci siamo interrogati su una questione molto importante. Presupponendo che una qualsiasi immagine mezzo di bombardamento mediatico possa in certo qual punto maturare una propria coscienza individuale, nessuno si è mai domandato se le popolarissime bambole siano effettivamente contente di interpretare i ruoli assegnati da maghi del marketing?

Ed abbiamo la ballerina, la fashion victim, la sorella amorevole, la fidanzata affettuosa. Queste sono le uniche immagini che identificano una ragazza/donna di ieri e di oggi? Non ci interessa trattare il tema dell’emancipazione, argomento importante che merita altre sedi ma, grazie ad un casting call che ha visto presentarsi al nostro studio decine e decine di giovani plasticose, abbiamo iniziato a selezionare quelle che secondo noi erano le più rappresentative.

Le abbiamo intervistate, abbiamo cercato di carpirne i desideri, le paure, quello che di loro volevamo che il mondo realmente sapesse.

Ed ecco le nostre prime cinque scelte. Non diremo i nomi delle ragazze e non racconteremo di loro. Saranno le immagini a parlare da sole.